LED Penultima frontiera - il Libro

26 Giugno 2016 VLS Acquariofilia - Fai-da-te
Stampa
Valutazione attuale: / 43
ScarsoOttimo 

"LED, penultima frontiera: PilloLED per acquariofili intraprendenti” - finalmente il libro:

 Zoom Zoom

dal 17 Giugno 2016 è disponibile in tutte le librerie on-line, al momento esclusivamente in versione ebook (nei formati "epub" e "mobi"); in fondo alla pagina vi è un breve elenco, vario ma non esaustivo, dei link ai book-store dove è possibile acquistare il libro.

Per gli affezionati della "carta" sono al vaglio alcune opzioni che potrebbero portare alla produzione di un numero limitato di copie cartacee, sempre che si possibile avviare la produzione di un numero di copie limitate ad un prezzo di copertina contenuto, a vantaggioso del lettore.

 

Di cosa si parla nel libro?

Questo libro è principalmente un manuale tecnico-operativo scritto con l'obiettivo di guidare gli acquariofili, sia gli espertissimi del "fai da te", che i meno esperti, ma altrettanto appassionati dell'acquariofilia, nella scelta, nella progettazione, nella realizzazione, nell'installazione e nella conduzione di un sistema di illuminazione a tecnologia LED ad hoc per qualsiasi acquario, in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente e della vita acquatica (animale e vegetale) ospitata tra i cinque vetri di ogni vasca.

 Zoom 

di seguito una breve sinossi:

Dopo una rapida introduzione sulle potenzialità e i vantaggi della tecnologia LED l’autore descrive alcune importanti sperimentazioni avviate tra il 2010 e il 2012  nelle quali alcune soluzioni a tecnologia LED sono state utilizzate in acquari d’acqua dolce;  in un’analisi critica dei risultati osservati si enunciano alcuni degli elementi che costituiranno la base di riferimento per l’impostazione di un “sistema LED ideale”.

Attraverso un percorso semplice e deduttivo, si arriverà a costruire un metodo oggettivo di facile applicazione in grado di guidare il lettore nel dimensionamento qualitativo e quantitativo di vari sistemi LED adatti all’installazione in qualsiasi acquario, sia d’acqua dolce che d’acqua salata, senza limiti di dimensioni, integrando varianti importanti quali il volume della vasca, l’altezza della colonna d’acqua, la varietà della flora e della fauna acquatiche ospitate, implementando tramite semplici procedure “fai da te” soluzioni a tecnologia LED altamente efficienti ed economiche, dimostrando gli innumerevoli vantaggi economici come i bassi costi d’investimento a fronte di una notevole riduzione dei consumi elettrici, bassissima usura dei componenti, basso impatto ambientale, alta efficienza del sistema e provata efficacia sull’ecosistema acquatico.

Per i lettori più pragmatici che vogliono raggiungere il risultato applicando una “formula magica” il capitolo “LED IN ACQUARIO IN 5 MOSSE” è senza dubbio quello più interessante e pratico.

Per chi invece ha voglia di capirne di più troverà nella seconda parte del libro, ampio margine per i dovuti “APPROFONDIMENTI”: da “Capire la luce” (che cos’è, come si misura, come la vediamo noi e come la vedono le piante), a “Conoscere i LED” (confronto tra tecnologie e circuiti di utilizzo) e i loro sistemi di alimentazione, passando da “LE LEGGI DELLA FISICA” (elementi alla base delle valutazioni computate), per capire, valutare e calcolare, e infine “LUCE e ACQUARI” per sviscerare lo stretto rapporto tra la luce e l’equilibrio degli ecosistemi acquatici.

 

Non solo LED, quindi?

Nel paragrafo "La giusta luce per ciascuna pianta", un'analisi effettuata su circa 200 tra le più comuni piante acquatiche, organizza per la prima volta una vista di queste in cinque gruppi omogenei in relazione al relativo fabbisogno di luce di ciascuna pianta. Nel Paragrafo "Non di sola luce" vengono sviscerati gli altri fattori che influenzano il metabolismo delle piante,

Ma si parla anche di "Allellopatia" e di "Fitotossicità", analizzando la compatibilità, in acquario, tra piante che in natura difficilmente si troverebbero a condividere il medesimo ambiente; inoltre viene anche valutata l'influenza del colore del fondo negli acquari d'acqua dolce e fatte interessanti considerazioni sul rapporto tra gli animali acquatici e la luce”. 

Quindi, non solo LED! 

 

Perché ho scritto questo libro 

Sebbene le sorprendenti evoluzioni della tecnologia LED di questi ultimi anni abbiano attirato l'attenzione del mondo degli acquari sui LED quale innovativo sistema di illuminazione, ho da subito notato la mancanza di testi specializzati sull'argomento; qualche nuovo testo tecnico di illuminotecnica iniziava a parlare di LED, vecchi testi di hobbystica parlavano di Acquari ma nessun testo che parlasse di illuminazione LED applicata agli acquari.

Eppure le interessanti prospettive sull'applicazione di questa tecnologia agli acquari hanno, negli ultimi anni, scatenato l'interesse di molti acquariofili stimolando nei social network, ampie discussioni sull'argomento e la nascita di centinaia di esperti divulgatori atti a diffondere informazioni non sempre totalmente corrette e spesso basate sui "sentito dire" anziché su presupposti scientifici. Ho osservato che molte delle coraggiose realizzazioni proposte nel WEB, in mancanza di altri riferimenti talvolta diventavano il modello di riferimento da emulare, sebbene non sempre di indiscutibile validità, non solo dal punto di vista dell'efficacia e dell'efficienza, ma, purtroppo, anche rispetto ad alcuni basilari parametri sicurezza.

Molte realizzazioni, effettuate per emulazione, replicano i medesimi errori e contribuendo a consolidare modelli di riferimento a mio avviso discutibili.

Cosa potevo fare io? Sebbene abbia supporto nella scelte dei LED e nella progettazione, quelli che direttamente si sono rivolti a me, mi sono reso conto che era necessaria un'azione con un maggior impatto divulgativo! Un paio di anni fa ho, quindi, iniziato a scrivere un articolo con l'intenzione di pubblicarlo successivamente sul WEB, con lo scopo di mettere nero su bianco gli obbiettivi di riferimento e i principi di base utili a confutare su base scientifica qualsiasi scelta. Ho avviato una serie di sperimentazioni, misurando tutti i parametri che ero in grado di rilevare o calcolare: tensioni e correnti elettriche, temperature, potenze elettriche, intensità dei flussi luminosi, rifrazione e diffrazione, attenuazione dei flussi luminosi, costi, efficienze, composizione degli spettri luminosi, ecc. ecc.

Alla fine mi sono reso conto che le cose da scrivere erano diventate tantissime e in un articolo WEB non ci stavano. Ne sarebbe potuto venir fuori un libro!

Zoom Zoom

Zoom Zoom 

Dal momento che un libro sull'argomento ancora non esisteva, ho deciso, quindi, di impegnarmi nella realizzazione di questa mia opera al fine di colmare tale lacuna, sperando di esserci riuscito con la soddisfazione degli appassionati, che mai come in questi ultimissimi anni, si stanno interessando, sempre più numerosi e meno scettici alle enormi potenzialità della tecnologia LED applicata agli acquari.

 

Perchè questo titolo? 

LED, penultima frontiera... è un esplicito riferimento alla famosissima serie di fantascienza STAR TREK; ogni episodio della serie storica del comandante Kirk (James Tiberius Kirk) dell’astronave Enterprise iniziava sempre così: <<Spazio, ultima frontiera: eccovi i viaggi dell’astronave Enterprice…>>.
Tanto per capire di cosa sto parlando vedi questo breve video: https://www.youtube.com/watch?v=5fVciRdEMB0
è proprio su questa frase, che è diventata un “cult” nel suo genere, che si basa la parodia che a mio modo di vedere esprime come la tecnologia LED sia sempre in evoluzione ed ogni "ultima frontiera" diviene immediatamente la “penultima” non appena la si è conquistata...

Perché pubblicarlo in versione ebook?

In realtà ho provato a cercare un editore per pubblicarlo in versione cartacea, ma alla fine mi sono dovuto arrendere. Già lo scorso anno, nel mese di luglio 2015, dopo oltre un anno di lavoro, erano completate la stesura del libro e la delicata fase della correzione delle bozze. Dopo aver depositato il testo del libro alla SIAE-OLAF ho iniziato a selezionare gli editori a cui proporre il mio lavoro, scegliendo tra quelli che offrivano "contratti di pubblicazione" e che riportavano, tra le precedenti opere pubblicate, libri con argomenti simili o assimilabili al mio.

In circa tre mesi ho scritto ad almeno 30 editori: alcuni non hanno ancora risposto, altri hanno risposto con cortesia che "l'opera non poteva essere accolta nella loro programmazione editoriale in quanto, al momento, era dedita a sviluppare temi diversi dall'acquariofilia e pertanto non idonea ad accogliere in catalogo un lavoro dedicato a un aspetto così specifico".

In effetti, verificando la data di pubblicazione della maggior parte dei testi tematici sull'acquariofilia di questi editori, è possibile notare che le ultime pubblicazione risalgono a circa 7/8 anni fa. Quei pochi scrittori che ancora riescono a pubblicare qualcosa su questi temi (sebbene con editori minori) sono veramente mosche bianche.

Quello dell'acquariofilia è un tema che, nell'ultimo decennio, ha certamente segnato un tangibile declino dell'associazionismo e, a questo punto, devo dire, anche della pubblicazione di opere scritte. I social network hanno certamente sostituito, nella "forma" ma non nella "sostanza", altre forme di comunicazione e condivisione della cultura dell'acquariofilia... ma, a mio avviso, nessun post sostituisce un buon libro! :-)

L'unica proposta che mi è pervenuta fu di una casa editrice che, interessatissima all'opera, mi proponeva un contratto che faceva ricadere su di me sia l'onere dell'investimento economico sia tutti i rischi imprenditoriali connessi. 

Ovviamente ho declinato l'offerta: a mio modo di vedere l'Editore è un "imprenditore" e non una "tipografia su commissione"! Inoltre, la stima del prezzo di copertina per un'opera come la mia, con molte pagine e molte foto e grafici a colori, avrebbe reso inaccessibile a molti il mio libro! Dal momento che il mio obbiettivo è consentire l'accesso dell'informazione al maggior numero di persone interessate, anche attraverso un costo accessibile a tutti, ho maturato la scelta di avviare la pubblicazione del libro in forma dematerializzata: eBOOK, quindi.

Zoom Zoom  

In questo modo sono riuscito a contenere il prezzo di copertina ad un valore assai modesto (da € 4.99 - € 5.09, a seconda dello store) favorendone la diffusione, quindi, non solo coloro che sarebbero disposti a spendere qualche decina di euro (prima di cimentarsi nella scelta e nella progettazione di un sistema LED, magari cogliendo l'opportunità di risparmiare nella scelta di materiali più efficienti ed economici e nella progettazione di un sistema efficace e performante) ma anche a tanti curiosi che intanto vogliono solo capire, e poi chi sà...

 

Sarà disponibile in futuro anche una versione cartacea?

Dipenderà dai costi. Si stanno al momento vagliando due possibili soluzioni:la modalità Print on Sale" a quella Print on Demand".

La modalità “Print on Sale”  è un’opzione molto interessante perchè in questo modo il libro sarebbe virtualmente disponibile a scaffale: ogni volta che verrà acquistato, la copia su carta verrà stampata e spedita all'indirizzo del lettore. E' un'opzione molto comoda, ma di contro una copia cartacea non potrà costare meno di circa 29/30 euro! Il costo elevato dipende principalmente da questi tre fattori: numero complessivo delle pagine fisiche, formato e modalità di stampa a colori. 

La modalità “Print on Demand": prevede invece che un certo numero di le stampe vengano ordinate e pagate direttamente dall'autore; verrebbero spedite direttamente all'indirizzo di recapito indicato dall'autore che ne disporra a sua piacimento. Non si dispone ancora di una stima per questa seconda modalità, ma ritengo possa comportare minori costi, soprattutto se basato su un numero più elevato di copie ordinate, con un prezzo finale più vantaggioso per il lettore. Questa seconda opzione è quella attualmente al vaglio.

 

Nel libro si parla solo di acquari d'acqua dolce?

Non solo! Anche se il focus della ricerca è basato maggiormente sulle esperienze maturate con gli acquari d'acqua dolce, nel libro si descrive anche l'applicazione della tecnologia LED agli acquari marini. Possiamo trovare alcuni paragrafi dedicati a tale tema ed esempi con modelli di sviluppo a cui fare riferimento.

Sebbene già oggi esistano LED perfetti per una corretta illuminazione degli acquari marini, la difficoltà, ancora attuale, è quella di reperire questi LED cablati in barre LED o Streep LED; i produttori infatti non trovano ancora un mercato appetibile in grado di giustificare l'avvio della produzione in serie di grossi quantitativi di LED cablati in PCB compatibili con una comoda, sicura e durevole applicazione negli acquari marini dei sistemi a tecnologia LED.

 

Le soluzioni LED commerciali di oggi vanno bene?

Qualche hanno fa si potevano già trovare in commercio plafoniere LED di design, molto belle e super accessoriate, dotate di sorprendenti (per allora) funzioni alba/tramonto. I costi erano proibitivi montavano quasi sempre LED di potenza elevata ed erano generalmente poco efficienti. Sebbene poco si sapesse sull'efficacia di questi sistemi, sugli ecosistemi acquatici, montavano generalmente un mix di LED con diverse caratteristiche cromatiche tanto da riuscire alla fine ad essere anche mediamente efficaci oltre che di grande effetto scenografico, utile a giustificare il pesante alleggerimento dei portafogli! Per quanto riguarda la loro efficacia sul metabolismo delle piante acquatiche è un po' come sparare ad un bersaglio di 1cm con un cannone da 20cm: sicuramente lo prendi, ma quanto dispendio di energia!

Le attuali soluzioni commerciali sono varie e generalmente più economiche di quelle del passato: si spazia da produttori blasonati a cineserie più o meno funzionali. I costi sono decisamente maggiori delle soluzioni "fai da te", i livelli di efficienza luminoso ancora scarsi e la composizione dello spettro derivante da una scelta di LED da spesso l'idea di essere gestita per emulazione più che come risultato di uno studio. La durata di questi sistemi è sempre un'incognita, anche perchè (come è spiegato nel libro) la reale vita utile dei LED dipende molto da alcuni fattori determinanti di cui spesso non si tiene conto in fase di progettazione.

Sorprende vedere come nuovissime soluzioni LED offerte da grandi colossi dell'Acquariofilia Italiana producano e commercializzino soluzioni LED con uno spettro luminoso sbagliato e/o incompleto. 

Inoltre, molto spesso le soluzioni commerciali, essendo standard, non riescono ad adattarsi in maniera efficace ad acquari di diverse dimensioni spesso con esigenze di luce qualitativamente e quantitativamente molto diverse.

Al di la che ci si voglia cimentare o meno in realizzazioni fai-da-te, ritengo sia importante che ciascun acquariofilo abbia la possibilità di "studiare" e "comprendere", sviluppando la capacità autonoma di "valutare" e "scegliere", scartando soluzioni inefficaci e inefficienti.

 

Cosa c'è in questo libro che fa la differenza con quanto è stato già scritto sui LED nel WEB?

Oggi più di ieri sono in molti a parlare di LED per gli acquari fornendo informazioni e descrivendo più o meno dettagliatamente tanti aspetti legati all'uso dei LED in acquario. Non è mia intenzione voler giudicare ne la passione, ne l'intenzione di nessuno di loro che, armato delle migliori intenzioni, ha messo a disposizioni le proprie conoscienza e convinzioni, condividendole.

Pertanto non lo farò!

Nel libro ho descritto l'utilizzo di tre fondamentali indicatori per valutare alcuni aspetti prestazionali delle realizzazioni che ci si accinge a progettare:

E' solo a parità di condizioni di calcolo che la valorizzazione di questi tre parametri fornisce oggettivi elementi di confronto. Quindi: cosa c'è in questo libro che fa la differenza con quanto è stato sino ad ora scritto sui LED nel WEB?

Sono i numeri a parlare, non le tante parole! :-)

Zoom

Riguardo agli aspetti qualitativi, invece, è purtroppo ancora terra inesplorata. Sono in molti a descrivere le teorie sulla fotostimolazione e sullo spettro della luce, ma quando si va a scegliere i LED si commettono sempre i medesimi errori. Spero con il mio libro di aver colmato anche questo importantissimo aspetto fornendo le giuste informazioni sulla tipologia di LED più adatti a ciascun acquario. 

 

I LED descritti nel libro sono facilmente reperibili?

I LED adatti agli acquari d'acqua dolce sono tutti reperibili sul mercato, ma non tutti i rivenditori di LED ne hanno disponibilità. Sebbene molti di questi LED sono disponibili come articoli per l'illuminotecnica standard, molti rivenditori continuano a proporre vecchie tipologie di LED ormai obsolete. Alcuni LED, invece, non non sono previsti nell'offerta dell'illuminotecnica standard, e richiedono quindi approvvigionamenti ad hoc.

Per gli acquari marini la risposta è più complessa. Infatti, quando si esce dal range dei LED in uso nell'illuminotecnica standard è sempre difficile trovare la componentistica adatta. A gran fatica, grazie al fattivo supporto di un venditore amico, Fabio Facenna (titolare di GoLED Italy - via Teodoro Mommsen Roma) siamo riusciti a far cablare un numero limitato di prototipi di barre LED ad alta efficienza e basso costo, specificamente adatte agli acquari marini (da 10.000 a 18.000°K) ed altre più spiccatamente adatte agli acquari d'acqua dolce 7000-9000°K. Maggiore difficoltà nel far produrre PCB prototipali con LED a luce attinica.  

Dove è possibile acquistare il libro?

Sebbene sia possibile trovare il libro in tutti gli ebook store, riporto di seguito alcuni link tra i principali rilevabili tramiti motori di ricerca:

MyBook

Amazon (Ita)

Amazon (USA)

Amazon (ES) 

Feltrinelli

HOELPI: formato "mobi" - formato "epub"

Mondadori

StreetLib Store

IBS 

BookRepublic

WeltBild

KoBo Books

Euronics

Bucher Box

OmniaBook

Casadellibro 

e molti molti altri.

 

E' necessario avere un dispositivo eReader per leggere il libro?  

No, è possibile leggerlo su qualsiasi dispositivo. I books-store consentono di acquistare il libro nei formati Epub e/o Mobi:

il formato Epub è il formato standard degli ebook più diffuso in Italia, mentre il formato Mobi è il formato specifico per il dispositivo Kindle di Amazon. Una volta scaricato il libro, sarà possibile leggerlo subito tramite qualsiasi dispositivo attraverso applicazioni dedicate alcune native come iBook di Apple o Kindle di Amazon, altre opzionali scaricabili on line:

Epub: qualsiasi dispositivo Android, eBook reader, IBIS Tolino, KoBo, iPAD/iPod/iPhone/Mac (con Ibooks), PC (Icecream Ebook reader, Adobe Digital Edition, ecc.), Mac (iBook, Adobe Digital Edition, ecc)

Mobi: subito su qualsiasi modello di Amazon Kindle e tramite l'installazione dell'applicazione Kindle reader su qualsiasi dispositivo PC, Mac, iPAD/iPod/iPhone, ecc. 

 

Ci saranno aggiornamenti del libro?

Come recita la prima versione del titolo del libro: "LED, penultima frontiera: Una Tecnologia in continua Evoluzione - PilloLED per acquariofili intraprendenti”, la tecnologia LED è una tecnologia tutt'ora in continua evoluzione. Sarà possibile avere "pillole di aggiornamento" (PilloLED, appunto) sui progressi tangibili della tecnologia LED e su quelli degli studi che ho ancora in corso, alla ricerca del "modello perfetto" di sistema a tecnologia LED adatto agli acquari, iscrivendosi alla pagina Facebook dedicata:

https://www.facebook.com/PilloLED/ 

Con il fattivo supporto di GoLED Italy sono allo studio soluzioni ancora più performanti che prevedono:

- l'utilizzo di barre LED e streepLED a maggior efficienza e con funzionamento a freddo,

- la diffusione/disponibilità di sistemi con LED Rossi (660-670nm) e Blu (455-445nm) - i cui prototipi sono già disponibili presso GoLED Italy,

- tecniche innovative di impermeabilizzazioni e protezione dei LED.

Evoluzioni significative potranno essere recepite anche dal libro e pubblicate in una versione successiva dell'eBook.

 


L'Indice del Libro


SOMMARIO

PREMESSA

LED: UNA TECNOLOGIA IN CONTINUA EVOLUZIONE

ESPERIENZE PREGRESSE

Sperimentazione FULL-LED (2010)

Sperimentazione FULL-LED (2012)

ATTUALE UTILIZZO DEI LED NEL MONDO DEGLI ACQUARI

RISPARMIARE CON I LED

Investimento iniziale

Consumi energetici

Costi di manutenzione

I LED E L’AMBIENTE

IL SISTEMA LED “IDEALE”

Tipologia di LED

Modello dei LED

Casa costruttrice

Venditore

Una progettazione equilibrata

LED sotto Test

LED IN ACQUARIO IN 5 MOSSE

Valutazione dell’esigenza

Progettazione

Realizzazione e Installazione del “Sistema LED”

Alimentare e Pilotare i LED

Monitoraggio e avvio della nuova gestione del fotoperiodo

APPROFONDIMENTI in Pillole

CAPIRE LA LUCE

Il Flusso luminoso

La luce vista dalle piante

La luce vista dalle zooxantelle

La luce vista dall’occhio umano

Gli strumenti per misurare la luce

Alterazione del flusso luminoso

Temperatura di Colore

Indice di Resa Cromatica (CRI)

CONOSCERE I LED

Efficienza luminosa

Tipologie di LED

PCB - Printed Circuit Board

Relamping

Vita Utile dei LED

Protezione e Impermeabilizzazione dei LED

Dissipazione del Calore

ALIMENTATORI

LEGGI DELLA FISICA

Potenza elettrica

Fattore di Potenza

Legge di Ohm

Serie e Parallelo

Angolo di emissione della luce

LUCE e ACQUARI

La giusta luce per ciascuna pianta

Non di sola “luce”

Allelopatia e fitotossicità

Il colore del “fondo”

Luce e i Pesci

CONSIDERAZIONI FINALI

RINGRAZIAMENTI

PRINCIPALI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

NOTE 


 Zoom Zoom


A questo punto non resta che acquistare e leggere il libro!

Buona lettura a tutti e... luminose realizzazioni! 

 

By VLS 

Ultimo aggiornamento 18 Marzo 2018