Fiore di Anubias

08 Settembre 2012 ValerioSub Acquariofilia - Piante Acquatiche
Stampa
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Zoom Zoom Zoom

Parrebbe che l'estate 2012 sia stata per me la stagione che ha visto fiorire per la prima volta le mie Anubias. Se pur non rarissimo è questo certamente un evento non affatto frequente e tantomeno scontato tra gli acquariofili.

Tra il mese di Luglio ed il mese di Agosto di quest'anno, con grande mia emozione, ho potuto assistere allo sbocciare di ben due specie di Anubias, poste in du vasche distinte: 

  1. un fiore "emerso" (foto in alto) dell'Anubias gigantea all'interno della vasca W30 (30 lt, KH=4, GH=8, pH= 6,8 - 7,0, senza erogazione CO2);
  2. un fiore sommerso" (foto in basso) di una delle Anubias barteri nana presenti nella vasca R300 (300 lt, KH=2,5, GH=6, pH= 6,7 - 6,9, con erogazione CO2).

Grande emozione e grande soddisfazione, soprattutto perchè è la prima volta che assisto alla fooritura di una mia Anubias, dopo anni anni!

 Zoom 

Non saprei ancora dire con certezza perchè il fatto sia accaduto proprio quest'anno! Le variabili potenzialmente responsabili del lieto evento, che hanno coinvolto entrambi le vasche, sono riferibili:

1) alla variazione della luce e

2) alla variazione della chimica dell'acqua,

Per quanto riguarda la luce, nella vasca piccola ho sostituito l'illuminazione a lampade fluorescenti tipo "PL" con i LED (oggetto della progettazione LED nell'ambito della sperimentazione CIR dello scorso anno), mentre nella R300, ho sostituito entrambi i tubi T5 tra i mesi di marzo e giugno di quest'anno. Dalle misurazioni effettuate con un luxmetro professionale questo interventoha consentiro un recuparo di ben il 30% del flusso luminoso che era stato perso a causa dell'usura delle precedenti lampade in circa 6000 ore di funzionamento - in poco più di 2 anni).

Per quanto riguarda il secondo fattore, ispirato dalla teoria del "minimo di Liebig", da circa un anno ho avviato in entrambe le vasche un nuovo protocollo per la preparazione dell'acqua da utilizzare nei cambi, che chiamo il "quarto protocollo", al quale dedicherò presto un articolo specifico.

 

Aggiornamento Mese di Ottobre 2012

Ebbene, come se non bastasse, la piante di Anubias barteri nana ha estroflesso un secondo fiore subacqueo.

Ecco in rapida sequenza le foto della fioritura in un periodo d'osservazione che vanno dal 1° al 15 ottobre: 

Zoom Zoom

 Zoom Zoom

Zoom Zoom

Un fiorellino così tenero-tenero e succulento non poteva passare a lungo inosservato ad un giovane Ancistrus che ne ha approfittato alacramente... :-)

 

Aggiornamento Mese di Febbraio 2013

La documentazione consultata riporta come periodo ideale della fioritura per l'Anubias gigantea "da febbraio ad aprile". Ebbene dopo aver, dopo la fioritura dello scorso anno, ho suddiviso l'esemplare in due distinti tronconi posti ai due angoli della vasca da 30lt (per una vasca di queste dimensioni la A. gigantea stava diventando esageratamente grande), mi sono accorto dell'ennesima fioritura.

 Zoom

A questo punto, parrebbe che il periodo naturale per la fioritura non sia qullo estivo, ma proprio quello di passaggio tra l'inverno e la primavera.

Parrebbe che questo non sia il periodo ideale per la fioritura della A. gigantea; infatti, negli stessi giorni, anche l'Anubias barteri nana posta nella vasca più grande (Rio 300) ha prodotto un bel fiore semi-emerso.

 Zoom 

 

By ValerioSub

 

Ultimo aggiornamento 10 Marzo 2013