Cibo Vivo e Acquariologia

05 Settembre 2012 ValerioSub Acquariofilia - Cibo Vivo
Stampa
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

Quando il “Cibo Vivo” non è solo… “Cibo Vivo”

Zoom Zoom  Zoom Zoom  Zoom Zoom Zoom  

Il "Cibo Vivo" è ciò che costituisce in natura la quasi totalità di ciò di cui si alimentano gli animali che vivono in cattività nei nostri acquario. Rispetto alla vastissima possibilità di "cibi pronti per l'uso" e a quella di pastoni realizzati con "cibo fresco" è quindi il "Cibo Vivo" una valida possibilità, integrativa o alternativa, da prendere immancabilmente in considerazione, soprattutto nei casi in cui se ci trovi in specifiche situazioni.

Certamente tutti gli acquariofili saranno d'accordo nel sostenere che l'utilizzo di cibi "pronti per l'uso" è il modo più pratico per nutrire gli animali acquatici che ospitiamo nelle nostre vasche.

Eppure, anche se una buona selezione dei mangimi pronti venduti in commercio, in polvere, in granuli, in fiocchi o scaglie, in stick, in tavolette o pastiglie, ma anche surgelato, è in grado di offrire già tutto ciò che può essere sufficiente al fabbisogno dei nostri pesci, alcune condizioni particolari possono richiedere la somministrazione integrativa di "altro" (es. alimentazione di “pesci difficili”, alimentazione di avannotti, stimolazione di coppie di ciclidi prossimi alla deposizione, ecc.)

Zoom Zoom

Una valida alternativa all’utilizzo di mangimi pronti è certamente la preparazione e somministrazione di “cibo fresco”, cioè alimenti generalmente destinati all'alimentazione umana che, sempre in relazione alla "specie" ed all'"età" dei nostri piccoli amici, possono essere utilizzati per realizzazione di mix di pastoni di più alimenti tritati ed all'occorrenza anche surgelati.

Zoom 

Non è di questi preparati che parleremo in questo articolo, bensì della "terza possibilità", forse la più gratificante, sia per l'acquariofilo che per i piccoli amici ospitati in acquario.

Zoom

Alla classificazione di "Cibo Vivo" vengono associati molti piccoli organismi viventi; molti allo stadio larvale, insetti e crostacei ma, ahimè, anche piccoli pesci, uova ed avannotti riprodotti in acquari di comunità!
Anche se questi ultimi costituiscono in effetti un’ottima integrazione alla dieta “di alcuni” ospiti dei nostri acquari, non li prenderemo in considerazione nella nostra escursione nel mondo del “Cibo Vivo”!



L'approccio filosofico

Alcune “correnti di pensiero” ritengono che vi sia una grande differenza tra un cibo “integro e vivo” e cibo “lavorato” e “trasformato”.

Da un punto di vista nutrizionale c’è da dire che questi non differiscono di molto perché proteine, carboidrati, lipidi, vitamine e sali minerali rimangono più o meno gli stessi.

Secondo alcune “filosofie umane”, la differenza è data dal contenuto di “energia vitale”: gli esseri viventi, si nutrono di energia vitale, oltre che di vitamine, carboidrati, proteine, lipidi, ecc.

Zoom  Zoom



Soluzione integrativa

Pensando in termini umani, consideriamo il piacere e la gratificazione che possiamo provare nell’addentare una bella mela appena raccolta da un albero, rispetto ad una purea di frutta confezionata.

Ragionando in questi termini possiamo certamente prendere in considerazione gli aspetti energetici del cibo, integrando questa filosofia di pensiero nei criteri di scelta per una più sana e completa alimentazione dei nostri pesci.

Il "Cibo Vivo" in effetti è ciò che costituisce in natura la totalità di ciò di cui si alimentano gli stessi organismi che teniamo in cattività in un acquario.

E' quindi questa una valida alternativa ai cibi pronti per l'uso e ai pastoni di cibo fresco da prendere immancabilmente in considerazione soprattutto se ci trovi in specifiche situazioni:
- si è alla ricerca di una soluzione più naturale,
- si stia cercando un effetto “stimolante” per pesci apatici o prossimi alla riproduzione,
- si voglia dare un aiuto a pesci inappetenti (nuovo acquisto, specie difficili),
- si debba veicolare medicinali difficilmente somministrabili,
- si debbano alimentare degli avannotti,
- ecc.

Non vi è dubbio che, dopo un adeguato periodo di integrazione della dieta con del cibo vivo sono immediatamente rilevabili effetti positivi:



Cibo “Vivo”: Il contesto

In questo articolo citeremo vari organismi classificabili come “Cibo Vivo”, ma solo di alcuni di questi faremo degli specifici approfondimenti basati sulla  personale esperienza sia di semplice utilizzo che di allevamento.
In questa interessante ricerca sul cibo vivo, non ci faremo comunque sfuggire l'occasione di estendere la nostra conoscenza anche a tanti altri interessanti organismi (a volte solo sentiti nominare), che rientrano nella classificazione del “Cibo Vivo”.

La lista che segue, certamente non esaustiva, ma sufficientemente varia, ci condurrà alla scoperta di quegli interessanti piccoli organismi che rientrano nella classificazione di "Cibo Vivo":

Zoom


Averli studiati, allevati ed utilizzati li ha resi interessanti non solo come “Cibo Vivo”, per le finalità di alimentazione, ma anche per la loro natura e le sorprendenti caratteristiche che spesso presentano, legate:

Zoom


Sono individui di molte specie che possono essere catturati in natura, in corsi d'acqua, pozze ed altro.
Molte di queste specie si prestano ad essere allevati in casa, in vaschette dedicate oppure, con qualche accortezza, anche in semplici contenitori di fortuna.

Zoom


In questo nostro viaggio nell'affascinante mondo del "Cibo Vivo", pur senza avere la pretesa di esporre un trattato scientifico, punteremo a sviluppare e focalizzare il nostro percorso informativo secondo quattro dimensioni:
CARATTERISTICHE
Quella delle "Caratteristiche" è forse la dimensione più affascinante, nella quale vedremo alcune più significative peculiarità caratteristiche di ogni specie: le affascinanti strategie riproduttive, le evoluzioni nelle fasi di crescita e le eccezionali capacità di adattamento alle mutazioni ambientali, ruolo spesso fondamentale per il sostentamento degli ecosistemi nei quali si sono evolute le varie specie.

TECNICHE D'ALLEVAMENTO
In merito alle "Tecniche d'allevamento", spesso l'esperienza condivisa degli acquariofili offre più di una modalità per allevare con successo questi piccoli organismi, anche se a volte alcune tecniche, se pur efficienti, possono risultare più difficoltose e meno pratiche o efficaci di altre. Vedremo come allevare il "Cibo Vivo" (a seconda della specie l'allevamento può avvenire in acqua  - salata o dolce, in terra o in aria ), puntando alle modalità più significativamente efficaci, spesso appositamente sperimentate.

UTILIZZO

Anche le modalità di "Utilizzo" non sono affatto scontate, sia se somministrati direttamente come "cibo vivo" o come "cibo fresco" (pastoni e/o surgelato), ma anche in relazione alla destinazione d'uso: avannotti, giovani pesci, pesci adulti o, nei casi di acquari marini, anche coralli.

ESPERIENZA D'ALLEVAMENTO

Le "Esperienze personali" sono il punto focale di questa ricerca. Al di là della letteratura ufficiale vedremo alcuni esempi di allevamento, utilizzo e destinazione d'uso delle varie specie di cibo vivo, sperimentati ed arricchiti dai risultati di test e dati raccolti in adeguati periodi di sperimentazione.

In questa nostro viaggio, certamente non esaustivo, passeremo in rassegna, uno ad uno, i più comuni organismi che possono essere classificati nell'insieme "CiboVivo".
Sia che intendiate utilizzarli come "CiboVivo" oppure semplicemente per l'osservazione e lo studio, l'allevamento di questi piccoli, e a volte sorprendenti, organismi può arrivare a dare le stesse soddisfazioni provate nell'ospitare nelle proprie vasche interessanti specie di pesci.
 
Di seguito un riepilogo dei principali e più diffusi organismi utilizzati in acquariofilia come Cibo Vivo, con relativo link agli articoli specifici di approfondimento ed ai filmati:
                      

CARATTERISTICHE

ALLEVAMENTO

UTILIZZO

ESPERIENZE

FILMATI

 
 01 Anguillole dell'aceto     X
      X    X        X

Filmato

  
 02 Artemia salina     X      X    X        X

Filmato

Filmato

 
 03 Bigattini     X      X    X    
 04 Chironomus     X     X        X   
 05 Daphnia     X      X    X        X

Filmato

Filmato

Filmato

 06 Drosophile     X      X    X    
 07 Enchitrei e Grindal     X      X    X    
 08 Fairy Shrimps     X      
 09 Gammaridi     X     X    
 10 Lombrichi     X      X    X        X   
 11 Lumachine     X      X    X        X

Filmato

Filmato

Filmato

 12 Infusori & C.
     X      X    X        X

Filmato

  
 13 Microworms     X      X    X    
 14 Tubifex     X     X        X   
 15 Triops      X      X    X        X

Filmato

  
 16 Zanzara     X     X        X

Filmato

  
 
 

Considerazioni generali

Il nutrimento più adatto agli avannotti è quello più ricco in acidi grassi e aminoacidi essenziali, mentre quello più ricco in proteine, risulterebbe più adatto a pesci più grandi.

Zoom

Per un acquariofilo, che sia neofita o di navigata esperienza, cimentarsi nell’allevamento di molti di questi piccoli organismi può essere fonte di grandi soddisfazioni, imprevedibilmente piacevoli.
Di fronte ai fenomeni prodigiosi che possiamo osservare, dalla schiusa delle uova, alla loro crescita ed evoluzione, all’alimentazione, alla predisposizione degli ecosistemi in grado di sostenere la loro vita, il loro utilizzo come “cibo vivo” può divenire un elemento secondario (anche, forse, valutabile solo come l’increscioso espediente per mantenere l’equilibrio nel numero di individui che formano la comunità che stiamo allevando!)
E’ affascinate osservare e studiare la capacità con la quale la “Natura” ha saputo instillare caratteristiche spettacolari nel loro DNA; le mutevoli, ed a volte incredibili, strategie riproduttive, la capacità di adattarsi al variare, a volte repentino, dell’ambiente in cui si sono evoluti, non sono altro che alcuni degli elementi a dimostrazione della vera “grandezza” di questi “piccoli” (a volta piccolissimi) organismi, che il mondo dell’acquariologia seguita a chiamare “Cibo Vivo”.

 

Il Cibo-Vivo e gli "Strumenti" ad hoc

Zoom 

 

Principali riferimenti bibliografi:

 

Buona lettura e buon allevamento a tutti voi.

By ValerioSub 

 

Ultimo aggiornamento 25 Novembre 2012