Acquariofilia e Fragole

22 Ottobre 2009 ValerioSub (Adm) Acquariofilia - Tecnica
Stampa
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Zoom
Quanti sono gli acquariofili che, vincendo l'iniziale pigrizia, con un pò di fatica (e di organizzazione) in più, utilizzano l'acqua di scarto dei cambi, ricca di sostanze quali i Nitrati (NO3) e magari anche di Fosfati (PO4), per la concimazione delle piante?

Quest'acqua è ottima, sia per le classiche piante d'appartamento, per i fiori del balcone o del giardino, ma anche per le piante che producono frutti destinati al consumo umano: alberi da frutta, ortaggi, legumi ecc. ecc. con risultati veramente sorprendenti.

In effetti usualmente utilizzo almeno parte dell'acqua di scarto dei cambi per innaffiare piante d'appartamento e fiori sul balcone! La scorsa primavera, mi sono recato al vivaio con la mia bambina che, colpita dalla pianticella, mi ha fatto acquistare un vasetto con una piantina di fragole da trapiantare. L'abbiamo messa in balcone, in un vaso, e sin da subito abbiamo iniziato ad usare l'acqua dei cambi per innaffiarla, integrando quella proveniente dall'impianto d'irrigazione automatica. I risultati sono stati  sorprendenti! Dal mese di giugno sino a questo Novembre, raccogliamo fragole tutte le settimane (da 2 a 4 la settimana, intendiamoci - è un'unico vasetto!). Fioriture continue e fragole che si sviluppano in poche settimane subito dopo! Sembra non voglia smettere... forse solo il freddo invernale potrà fermarla!

Zoom

Fragole in Giugno 2009

Zoom 

Fragole in Novembre 2009

E chi lo può dire: magari con una piccole serra sul balcone... e l'ulteriore utilizzo di acqua proveniente dagli acquari, potra continuare a produrre grosse e succose fragole per tutto l'inverno!

Auguro a tutti delle buone e sane innaffiate!

By ValerioSub

Ultimo aggiornamento 04 Ottobre 2010